fbpx

INCIDENTE MORTALE IN ILVA, PERDE LA VITA 25ENNE OPERAIO DITTA APPALTO

Giacomo Campo, 25enne operaio di Roccaforzata, in provincia di Taranto, dipendente di una ditta dell’appalto Ilva, la Steel Service, è morto questa mattina intorno alle 7, all’inizio del turno, nello stabilimento tarantino dopo essere stato dapprima schiacciato da un carrello caduto in seguito al cedimento della parte finale di un contrappeso, mentre effettuava lavori di manutenzione nei pressi del nastro trasportatore che alimenta l’altoforno 4, e poi travolto dallo stesso nastro, nel quale il suo corpo è rimasto incastrato. Sono stati i suoi colleghi di lavoro, fra cui anche lo zio della vittima, sotto shock, a dare l’allarme dopo aver assistito alla terribile scena. Saranno le indagini a chiarire esattamente cause e responsabilità circa questa ennesima tragedia consumatasi nella fabbrica tarantina, la quarta dall’inizio del periodo di commissariamento. L’azienda, in una nota, esprime la sua vicinanza alla famiglia di Giacomo e scrive che “Il nastro, risultato danneggiato a seguito di un taglio longitudinale, era stato fermato nella notte per consentire l’intervento di riparazione. Come da procedura aziendale, il nastro è stato preventivamente messo in sicurezza ed è stato privato di alimentazione elettrica. Nonostante l’applicazione di tutte le misure di sicurezza, durante le attività di rimozione del materiale ferroso che si era depositato sul rullo di invio, effettuate dall’operatore con un tubo aspirante, il nastro si è attivato e lo ha trascinato”. Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco, i carabinieri e gli ispettori del Lavoro. Così come immediata è stata la reazione dei sindacati dei metalmeccanici che hanno indetto uno sciopero fino alle 7 di domattina e chiesto, al contempo, un incontro con il prefetto per tornare a discutere dell’assenza di sicurezza in fabbrica.

Ecco la nota dell’azienda.

“Nella mattinata di oggi, intorno alle 7, durante le attività di ripristino di un nastro trasportatore esterno all’altoforno 4, si è verificato un incidente che ha coinvolto Giacomo Campo, 25 anni, dipendente della ditta esterna Steel Service. Il nastro, risultato danneggiato a seguito di un taglio longitudinale, era stato fermato nella notte per consentire l’intervento di riparazione. Come da procedura aziendale, il nastro è stato preventivamente messo in sicurezza ed è stato privato di alimentazione elettrica. Nonostante l’applicazione di tutte le misure di sicurezza, durante le attività di rimozione del materiale ferroso che si era depositato sul rullo di invio, effettuate dall’operatore con un tubo aspirante, il nastro si è attivato e lo ha trascinato. Attualmente sono incorso accertamenti per approfondire le cause dell’incidente. L’azienda esprime profondo cordoglio e vicinanza alla famiglia di Giacomo Campo e a tutti i suoi cari”.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi