fbpx

TARANTO: CONCERTO 1° MAGGIO, UN SUCCESSO OLTRE LE ASPETTATIVE

UN SUCCESSO ATTESO ANCHE SE NON IN QUESTE DIMENSIONI. L’ 1 MAGGIO A TARANTO HA RISVEGLIATO LE COSCIENZE MA, SOPRATTUTTO, HA FATTO CRESCERE, TALVOLTA NASCERE, LA VOGLIA DI PARTECIPARE. UN RISULTATO TANGIBILE SIN DA SUBITO, DAL GIORNO DOPO. IN TANTISSIMI, INFATTI, IL 2 MAGGIO SONO TORNATI NEL PARCO ARCHEOLOGICO DELLE MURA GRECHE. QUESTA VOLTA NON PER BALLARE; NON PER ASCOLTARE LE TESTIMONIANZE O PER PARTECIPARE A UN DIBATTITO. L’HANNO FATTO PER RIPULIRE L’INTERA AREA. LA NOTIZIA È CHE CI SONO RIUSCITI IN MENO DI UN GIORNO. “LA CITTÀ HA RISPOSTO” HA SPIEGATO MASSIMO BATTISTA, UNO DEI PORTAVOCE DEL COMITATO CITTADINI E LAVORATORI LIBERI E PENSANTI, DURANTE LA CONFERENZA STAMPA DI OGGI. “CI RIPOSEREMO QUALCHE GIORNO, POI AVREMO TANTE IDEE E PROPOSTE DA REALIZZARE. PER NOI IL PRIMO MAGGIO È SOLO UNA TAPPA DEL NOSTRO PERCORSO”. ANCHE MICHELE RIONDINO, COMPONENTE DELLA DIREZIONE ARTISTICA, GUARDA GIÀ ALLE PROSSIME SFIDE. “GIOVEDÌ SCORSO PER NOI CITTADINI DI TARANTO È STATA UNA GIORNATA IMPORTANTE. INSIEME ABBIAMO GRIDATO CHE LA SALUTE È UN DIRITTO NON NEGOZIABILE. NON CI FERMEREMO FINCHÉ LA NOSTRA BELLISSIMA CITTÀ NON SARÀ TORNATA UN LUOGO DI VITA NEL QUALE FAR CRESCERE I NOSTRI FIGLI E NON UNA MACCHINA CHE PRODUCE MORTE E MALATTIA. CONTINUEREMO A USARE TARANTO COME PIAZZA SIMBOLO PROPRIO PER INVITARE ALTRE PIAZZE A FARE LE STESSE COSE. SIAMO CONTENTISSIMI DELLE REALTÀ ASSOCIATIVE CHE HANNO PORTATO LA LORO TESTIMONIANZA SUL PALCO. PENSO, AD ESEMPIO, A TINA DE RAFFAELE DI “CROTONE CI METTE LA FACCIA”, ACCOLTA DAL PUBBLICO COME UNA VERA ROCKSTAR; OPPURE AD ANNA FERRUZZO CHE HA LETTO UN PEZZO STRAORDINARIO DI SARAMAGO”. GIANLUCA COVIELLO SI È SOFFERMATO SUL DIBATTITO CHE SI È SVOLTO LA MATTINA, SEMPRE NELL’AREA DEL PARCO ARCHEOLOGICO. LA PIOGGIA NON HA FERMATO IL CONFRONTO FRA PINO APRILE, GIORGIO CREMASCHI, GIUSEPPE
DE MARZO, MAURIZIO LANDINI, UGO MATTEI, IL COMITATO E LE DECINE DI ASSOCIAZIONI E MOVIMENTI PRESENTI. AL CENTRO DI TUTTO L’ECONOMIA E LA GIUSTIZIA AMBIENTALE. “ALCUNI TEMEVANO CHE AVREMMO REGALATO UNA VETRINA A QUALCUNO; ALTRI TEMEVANO CHE NON CI SAREBBE STATO MODO DI CONTROBATTERE. COSÌ NON È STATO E CHIUNQUE ERA PRESENTE AL DIBATTITO PUÒ TESTIMONIARLO. IL CONFRONTO È STATO SCHIETTO E SONO EMERSI CHIARAMENTE I DIVERSI PUNTI DI VISTA, SOPRATTUTTO IN MERITO AL FUTURO DELL’ILVA”. L’ 1 MAGGIO È STATO ANCHE IL GIORNO DI CHIUSURA DELLA CAMPAGNA RISCHIO SANITARIO TARANTO PORTATO AVANTI DAL COMITATO NELL’ULTIMO ANNO. CATALDO RANIERI HA UFFICIALMENTE INVITATO IL PRESIDENTE VENDOLA A VENIRE A TARANTO PER RITIRARE LE DECINE DI MIGLIAIA DI FIRME. “SE NON VERRÀ” HA AFFERMATO “LE PORTEREMO NOI A BARI FIN SOTTO LA SEDE DELLA REGIONE”. AL TERMINE DELLA CONFERENZA STAMPA DI OGGI SONO STATI APERTI I SALVADANAI USATI, DURANTE GLI EVENTI DELL’UNO MAGGIO, PER RACCOGLIERE I SOLDI UTILI AD ACQUISTARE UN EMOGASOMETRO PER IL REPARTO ONCOLOGICO DELL’OSPEDALE MOSCATI. SONO STATI RACCOLTI 3.850 EURO. LA CIFRA RIMANENTE PER ARRIVARE A 6100 EURO (QUESTO È IL COSTO DELLO STRUMENTO MEDICO) VERRÀ COPERTA DAL COMITATO. IL PRIMO MAGGIO È STATO MUSICA, QUELLA DI CIRCA UN CENTINAIO DI ARTISTI INTERVENUTI A TITOLO GRATUITO; È STATO PASSIONE, MESSA IN CAMPO DAI LIBERI E PENSANTI CHE HANNO LAVORATO PER AMORE DELLA CITTÀ, MA ANCHE TESTIMONIANZE, DI CHI È DA ANNI IN PRIMA LINEA NELLA LOTTA ALL’INQUINAMENTO E, IN ALCUNI CASI, ANCHE CONTRO LA MALATTIA. IL MINUTO DI SILENZIO IN MEMORIA DEI MORTI DELLA CITTÀ DI TARANTO, DURANTE IL DIBATTITO, HA RACCHIUSO IL SENSO DI QUESTO PRIMO MAGGIO: NON SI PUÒ MORIRE PER GARANTIRE LA PRODUZIONE. “TARANTO È LA FOTOGRAFIA DI QUELLO CHE STA ACCADENDO ED È ACCADUTO NEGLI ANNI IN ITALIA” DICHIARA VALENTINA PETRINI LA TARANTINA DEI 3 PRESENTATORI DELL’EVENTO. “QUELLO CHE È ACCADUTO IERI AL PARCO ARCHEOLOGICO DELLE MURA GRECHE È LA RAPPRESENTAZIONE PIÙ VISIBILE DEL RISVEGLIO DEI CITTADINI DI TARANTO, CHE HANNO SCELTO DI RIPRENDERE IN MANO LA PROPRIA VITA E CHE SI IMPEGNANO OGNI GIORNO CON AZIONI CONCRETE, PER COLMARE L’ENORME VUOTO LASCIATO DALLE ISTITUZIONI”. LUCA BARBAROSSA, ANCHE LUI SUL PALCO PER CIRCA 10 ORE DI EVENTO, HA VOLUTO RISPONDERE COSÌ AL TWEET NOTTURNO CHE LA CISL HA LANCIATO CONTRO LA MANIFESTAZIONE PUGLIESE DEFINENDOLA UNA “SAGA (?) PAESANA”: “SALUTI DA TARANTO, DAI VIVI E DAI MORTI CHE NON AVETE TUTELATO”. A TARANTO PER IL SECONDO ANNO CONSECUTIVO (L’ANNO SCORSO ERA TRA GLI OSPITI), HA DICHIARATO: “IL PRIMO MAGGIO È UNA FESTA CHE VUOLE RICORDARE L’IMPEGNO DEL MOVIMENTO SINDACALE E I TRAGUARDI RAGGIUNTI DAI LAVORATORI, OVUNQUE LA SI FESTEGGI. E’ SPIACEVOLE CHE PROPRIO LA CISL SI PRENDA GIOCO DELLA MANIFESTAZIONE CHE È STATA MESSA IN PIEDI DA UN COMITATO DI CITTADINI E LAVORATORI CHE LOTTANO TUTTI I GIORNI PER LA DIFESA DI DIRITTI CHE DOVREBBERO ESSERE UNIVERSALI. LA GIORNATA DI IERI, A PARTIRE DAL TAVOLO DI DISCUSSIONE DELLA MATTINA, FINO AL CONCERTO, DIMOSTRA L’ENERGIA ECLATANTE DI QUESTA CITTÀ E LA VOGLIA DI VIVERE, CHE NESSUNA CRITICA POTRÀ SPEGNERE”. ROY PACI, ANCHE LUI COME RIONDINO PARTE DELLA DIREZIONE ARTISTICA DELL’EVENTO, NON NASCONDE LA PROPRIA SODDISFAZIONE. “MOLTI MI STANNO SCRIVENDO PER RINGRAZIARMI PER QUELLO CHE HO FATTO PER TARANTO, E ALLORA SONO D’OBBLIGO ALCUNE PRECISAZIONI. IO DA SOLO NON SAREI RIUSCITO A FARE NULLA, SE C’È UN RINGRAZIAMENTO IMPORTANTE È QUELLO CHE VA FATTO AL COMITATO “CITTADINI E LAVORATORI LIBERI E PENSANTI” CHE HA ORGANIZZATO IL CONCERTO, A MICHELE RIONDINO, A TUTTI I VOLONTARI CHE HANNO LAVORATO NEI MESI CHE HANNO PRECEDUTO IL CONCERTO. A TUTTI QUELLI CHE IL PRIMO MAGGIO L’HANNO TRASCORSO CON I PIEDI NEL FANGO, INSTANCABILI, TESTARDI, SORRIDENTI FINO ALLA FINE. PUBBLICO COMPRESO. IL RINGRAZIAMENTO VA FATTO AI MUSICISTI CHE HANNO ADERITO, DAL PRIMO ALL’ULTIMO. ANCHE SENZA DI LORO QUESTO CONCERTO NON SAREBBE STATO COSÌ BELLO. E PROPRIO AI MIEI COLLEGHI VA IL RINGRAZIAMENTO PIÙ IMPORTANTE. IO NON PENSO DI AVER FATTO NULLA DI SPECIALE, O MEGLIO, HO FATTO QUELLO CHE IN UNA SITUAZIONE COME QUESTA TUTTI DOVREBBERO FARE, METTERSI A DISPOSIZIONE DI UNA GIUSTA CAUSA, E SE TUTTI CI COMPORTASSIMO SEMPRE COSÌ LA NORMALITÀ SMETTEREBBE DI ESSERE UN’ECCEZIONE PER CUI POI CI SI SENTE QUASI IN DOVERE DI RINGRAZIARE CHI CI METTE LA FACCIA”. ANCHE ANDREA RIVERA, CHE CON BARBAROSSA E PETRINI HA FATTO DA MAESTRO DI CERIMONIE, LASCIA UN COMMENTO: “PRIMO MAGGIO A TARANTO: CENTOMILA VOCI GRIDANO LIBERTÀ DAI PADRONI. E NOI? NOI SIAMO SOLO QUELLI CHE LE HANNO MICROFONATE. E COME HO DETTO IERI DAL PALCO: È VIVA TARANTO! FONDATA DAGLI SPARTANI E SFONDATA DAI FIGLI DI TROIA”. E’ UN COMUNICATO DEL COMITATO CITTADINI E LAVORATORI LIBERI E PENSANTI

Commenta l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi