TARANTO: BANCA MPS CONDANNATA A RISARCIRE UN CLIENTE TRUFFATO NEL 2003

IL TRIBUNALE DI TARANTO HA CONDANNATO LA BANCA MPS (EX BANCA 121) A RISARCIRE, ANCHE PER DANNI MORALI, UN RISPARMIATORE AL QUALE UN PROMOTORE FINANZIARIO, NEL 2003, AVEVA SOTTRATTO DEL DENARO RICEVUTO PER L’ACQUISTO DI UN PRODOTTO FINANZIARIO. IL PROMOTORE NON PROCEDETTE ALL’OPERAZIONE MA TRATTENNE GLI ASSEGNI DEL CLIENTE, IN VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA PENALE. SCOPERTA LA TRUFFA, LA BANCA NEGO’ COMUNQUE AL RISPARMIATORE RIMBORSI E RISARCIMENTI. LA VITTIMA QUINDI SI RIVOLSE ALL’ADUSBEF (ASSOCIAZIONE DIFESA UTENTI SERVIZI BANCARI), ATTRAVERSO L’AVVOCATO LAUDADIO. COSI’, CON LA SENTENZA DEL 24 APRILE SCORSO, L’ISTITUTO DI CREDITO HA DOVUTO RESTITUIRE QUANTO SOTTRATTO DAL SUO OPERATORE.

Commenta l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi