fbpx

AUDIZIONE STAMATTINA ALLA COMMISSIONE AMBIENTE DELLA CAMERA DELL’ASSESSORE REGIONALE NICASTRO, DEL COMMISSARIO ILVA BONDI E DEL SUBCOMMISSARIO RONCHI SUL DECRETO 136 CHE RIGUARDA ANCHE LO STABILIMENTO SIDERURGICO DI TARANTO. SECONDO BONDI, DOPO IL DISSEQUESTRO DEI GIORNI SCORSI DEGLI 8,1 MILIARDI DI EURO A RIVA FIRE (SOCIETA’ CHE CONTROLLA L’ILVA), SAREBBE MOLTO CONVENIENTE PROCEDERE AD UN AUMENTO DI CAPITALE PER L’ILVA, PERCHE’ MIGLIOREREBBE ANCHE IL RAPPORTO DELLA SOCIETA’ CON LE BANCHE. INOLTRE, IL COMMISSARIO HA DETTO CHE GIA’ NEI PRIMI DUE MESI DEL 2014, L’AZIENDA DOVRA’ INVESTIRE 320 MILIONI PER GLI INTERVENTI PREVISTI DALL’AIA. INTANTO, NELLA CASERMA DELLA GUARDIA DI FINANZA DI TARANTO, TERMINANO OGGI GLI INTERROGATORI DEGLI INDAGATI CHE HANNO CHIESTO DI ESSERE ASCOLTATI NELL’AMBITO DELL’INCHIESTA PER DISASTRO AMBIENTALE. SI TRATTA DI DARIO TICALI, EX PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE MINISTERIALE AMBIENTE CHE NELL’AGOSTO 2011 RILASCIO’ L’AIA ALL’ILVA, LUIGI PELAGGI, EX SEGRETARIO DELLA STESSA COMMISSIONE, E VITTORIA ROMEO, EX FUNZIONARIA DELL’UFFICIO ROMANO DEL GRUPPO RIVA.

Commenta l'articolo:

Rispondi

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi