fbpx

TARANTO: I CUSTODI: “L’ILVA NON COLLABORA, PROCEDIAMO NOI”

CASO ILVA, I CUSTODI HANNO RIFERITO IN PROCURA CHE L’AZIENDA NON COLLABORA NEL DARE ATTUAZIONE ALLE PROCEDURE DI SPEGNIMENTO DEGLI IMPIANTI DA RISANARE, COME STABILITO DALLA MAGISTRATURA PER CESSARE SUBITO LE EMISSIONI INQUINANTI PERICOLOSE PER LA VITA DEI CITTADINI E DELL’AMBIENTE. DALL’AZIENDA, SOSTENGONO I CUSTODI, TARDANO AD ARRIVARE SIA L’IMPEGNO DI SPESA CHE IL PROGRAMMA DI INTERVENTI DA ATTUARE SUBITO SUGLI IMPIANTI, NONOSTANTE ABBIANO CARATTERE D’URGENZA. IL CLIMA DI TENSIONE FRA MAGISTRATURA E SIDERURGICO POTREBBE PORTARE I CUSTODI A DISPORRE TEMPI PIU’ STRETTI PER AVVIARE LO SPEGNIMENTO. DATA LA PERICOLOSITA’ DELLE OPERAZIONI IN QUESTIONE, L’ILVA, DA PARTE SUA, POTREBBE RIVOLGERSI A DITTE ESTERNE, IN QUANTO IL PERSONALE NON E’ STATO FORMATO PER PARTECIPARE AL RISANAMENTO, COSI’ COME RICHIESTO DAL GIP PER SALVAGUARDARE I POSTI DI LAVORO. INTANTO, IERI POMERIGGIO, PER UN DISSERVIZIO AL SISTEMA DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE CAUSATO DALLA MARCIA RIDOTTA DELL’IMPIANTO, COME RIFERISCE L’AZIENDA STESSA, OTTO OPERAI DEL TUBIFICIO 1 HANNO ACCUSATO LIEVI MALORI, NAUSEA E BRUCIORE DI STOMACO E SONO STATI CONDOTTI NELL’INFERMERIA DELLO STABILIMENTO, ALTRI 17 OPERAI SONO STATI VISITATI PER SICUREZZA, MA NON HANNO AVUTO ALCUN SINTOMO. ANCHE STAMATTINA SONO STATE NUMEROSSISSIME LE SEGNALAZIONI AL 115 DA PARTE DI CITTADINI DI VARI QUARTIERI DELLA CITTA’ DI UN FORTE ODORE NAUSEABONDO DI GAS. I TECNICI DELL’ARPA STANNO VERIFICANDO SE L’ODORE PROVIENE ANCHE QUESTA VOLTA DALLA ZONA INDUSTRIALE. INFINE, L’ALLARME SCATURITO DALLE DICHIARAZIONI DELLA DOTTORESSA ROSSELLA MOSCOGIURI, RESPONSABILE DELLA SPESA FARMACEUTICA DELL’ASL, CIRCA L’AUMENTO DEI TUMORI DEL 50% VIENE SMENTITO DALL’ASSESSORE REGIONALE ALLA SALUTE ETTORE ATTOLINI CHE DICE DI NON SOTTOVALUTARE IL FENOMENO MA CHE I DATI DIFFUSI SONO PARZIALI E RIFERITI AD UN SOLO REPARTO. LA SITUAZIONE SANITARIA DI TARANTO SARA’ TENUTA SOTTO CONTROLLO DAL “CENTRO SALUTE E AMBIENTE”, CHE VERRA’ ISTITUITO NELL’EX OSPEDALE TESTA, COME DISPOSTO DAL PIANO STRAORDINARIO VOLUTO DALLA GIUTA REGIONALE.

Commenta l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi