fbpx

TARANTO: AIA ALL’ILVA, TUTTO RIMANDATO A META’ OTTOBRE

SI E’ DIMOSTRATO PRIVO DI FONDAMENTO L’ANNUNCIO DI IERI SERA DEL MINISTRO DELL’AMBIENTE CORRADO CLINI CIRCA L’ODIERNA EMANAZIONE DELLA NUOVA AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE CONTENENTE LE PRESCRIZIONI PER L’ILVA, PERSINO IN ANTICIPO RISPETTO ALLA PRECEDENTE SCADENZA FISSATA PER IL 30 SETTEMBRE. I COMPONENTI DELLA COMMISSIONE IPPC HANNO INFATTI DECISO, PROBABILMENTE PER LA COMPLESSITA’ DEL PROVVEDIMENTO, DI AGGIORNARSI A MARTEDI’ 9 OTTOBRE, QUANDO SI RIUNIRANNO PER ALTRI TRE GIORNI DI CONFRONTO TECNICO. SI ARRIVERA’ QUINDI ALL’11 OTTOBRE, CIOE’ QUATTRO GIORNI PRIMA DELLA CONFERENZA DEI SERVIZI GIA’ CONVOCATA DA TEMPO PER IL 15 OTTOBRE, DESTINATA QUINDI AD ESSERE RINVIATA. LA COMMISSIONE, CHE HA EFFETTUATO SOLO PARZIALMENTE LE ISPEZIONI ALL’INTERNO DELLO STABILIMENTO, HA STILATO SOLO UNA PRIMA BOZZA DELL’AIA CHE CONTIENE UN PARERE PRELIMINARE CIRCA LE EMISSIONI INQUINANTI IN ATMOSFERA E NON PRENDE ANCORA IN CONSIDERAZIONE SUOLO, SOTTOSUOLO E GESTIONE RIFIUTI. D’ALTRA PARTE, LA COMMISSIONE DEVE RISPETTARE I RIGOROSI PARAMETRI IMPOSTI DALLA COMUNITA’ EUROPEA E LE PRESCRIZIONI DEL GIP, ALTRETTANTO SEVERE, DOPO UN’ATTENTA VALUTAZIONE DEI DATI DERIVANTI DALLA PERIZIA CHIMICA. SECONDO L’ARPA, LA DOCUMENTAZIONE PRESENTATA DALL’ILVA AI COMMISSARI E’ CARENTE E INCOMPLETA, DA QUI LA NECESSITA’ DI ULTERIORI ISPEZIONI NELLO STABILIMENTO. IN TUTTO QUESTO, IL PRESIDENTE DELL’ILVA FERRANTE, INTERVENENDO IN UNA TRASMISSIONE SU CANALE 5 HA DETTO: «SE DOVESSIMO ANDARE AL FERMO O ALLA CHIUSURA DI ALCUNI ALTIFORNI, COSÌ COME DETTO ANCHE NELLE DECISIONI DEI CUSTODI, QUESTO EVIDENTEMENTE CREEREBBE PROBLEMI SIA SULL’ATTIVITÀ PRODUTTIVA CHE SUI LIVELLI OCCUPAZIONALI. «L’ILVA ATTUALMENTE PRODUCE – HA PROSEGUITO – PERCHÉ È INEVITABILE CHE PRODUCA. SE GLI IMPIANTI, COME DICONO GLI STESSI MAGISTRATI, DEVONO FUNZIONARE PER ESSERE RISANATI, È INEVITABILE CHE SE FUNZIONANO PRODUCONO, QUINDI L’ACCIAIO VIENE PRODOTTO REGOLARMENTE ED È IMPOSSIBILE CHE NON SIA COSÌ». INFINE, CIRCA 200 LAVORATORI DELLO STABILIMENTO ILVA DI CORNIGLIANO, A GENOVA, SONO SCESI IN STRADA OGGI PER PROTESTARE CONTRO LA SITUAZIONE VENUTASI A CREARE A TARANTO.

Commenta l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi