fbpx

TARANTO: PERIZIA ILVA, LE EMISSIONI SONO NEI LIMITI DI LEGGE

E’ STATA DEPOSITATA LA PERIZIA TECNICA CHIESTA DAL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI PATRIZIA TODISCO NELL’AMBITO DELL’INCIDENTE PROBATORIO DELL’INCHIESTA APERTA DAL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA FRANCO SEBASTIO, DAL PROCURATORE AGGIUNTO PIETRO ARGENTINO E DAL SOSTITUTO MARIANO BUCCOLIERO CHE VEDE INDAGATI EMILIO E NICOLA RIVA, IL DIRETTORE DELLO STABILIMENTO LUIGI CAPOGROSSO, IL CAPO AREA COKERIE IVAN DI MAGGIO, IL CAPO AREA AGGLOMERATO ANGELO CAVALLO, CON LE ACCUSE DI DISASTRO COLPOSO E DOLOSO, OMISSIONE DOLOSA DI CAUTELE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO, AVVELENAMENTO DI SOSTANZE ALIMENTARI, INQUINAMENTO ATMOSFERICO, DANNEGGIAMENTO AGGRAVATO DI BENI PUBBLICI, GETTO E SVERSAMENTO DI SOSTANZE PERICOLOSE. L’INDAGINE FOTOGRAFA LA SITUAZIONE INQUINAMENTO ALL’INTERNO E ALL’ESTERNO DELLO STABILIMENTO ILVA DI TARANTO. L’ILVA INQUINA E DIFFONDE POLVERI, VAPORI E GAS PERICOLOSI PER LA SALUTE MA SECONDO GLI ESPERTI, ORA, LE EMISSIONI RIENTRANO NEI PARAMETRI IMPOSTI DALLA LEGGE. ALL’INTERNO DELLO STABILIMENTO PERO’ NON SONO STATE ADOTTATE TUTTE LE PROCEDURE ATTE AD EVITARE LA DISPERSIONE DELLE SOSTANZE NOCIVE PER LA SALUTE.

Commenta l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi